Il sonno è una fase estremamente importante nella vita di tutti gli esseri viventi tanto che noi umani passiamo circa un terzo della vita a dormire. Il sonno è la nostra ricarica, la possibilità che la natura ci offre per staccare la spina e rifornirci di energia per affrontare le sfide quotidiane, tuttavia, a dispetto della sua importanza, l’epidemiologia rivela che ben trentaquattro europei su cento soffrono d’insonnia. Il dato fa riferimento a una ricerca non più recentissima condotta su un campione di 2.000 persone, rappresentativo della popolazione di Italia, Germania, Francia e Regno Unito. I disturbi del sonno sono di diversa natura e si associano a una molteplicità di motivazioni, anche di natura medica. In questa sede vale la pena fare riferimento all’insonnia che tutti noi abbiamo sperimentato almeno una volta nella vita, ovvero quella connessa a ansia, stress, tensione psicologica. Di fatto, quando siamo alle prese con pensieri e preoccupazioni, al calare della sera il disagio può aumentare e il sonno può risultare disturbato. Il sonno è una fase molto importante e allo stesso tempo delicata, e le problematiche possono riguardare sia l’addormentamento che la qualità del sonno nel corso della notte. C’è anche da dire che le brutte esperienze notturne possono poi diventare ansiogene per le notti successive, innescando un meccanismo che programma l’aspettativa di una ulteriore nottata difficile. Se senti che le pressioni del quotidiano, le apprensioni per qualcuno o per qualcosa sono la causa delle notti tormentate, ti suggerisco di metterti a letto e fare dei respiri profondi fino a che non percepisci che il tuo corpo è in una condizione di maggiore rilassamento. A questo punto, puoi rivolgere a te stessa/o la richiesta di un sogno che possa intervenire a chiarire la tua posizione in merito alle difficoltà che ti affannano e, perché no, anche sulle possibilità di uscirne. Chiaramente i sogni tracceranno degli itinerari imprevedibili per recapitare i loro messaggi, essi non sono sotto il controllo della coscienza, ma tu sei il protagonista della situazione problematica reale tanto quanto della situazione onirica: riuscirai a cogliere analogie, simboli, nuove chiavi di lettura.
Non mi stancherò mai di ripetere che siete la vostra più grande risorsa, la più preziosa.

Non rinunciare se il primo tentativo fallirà. Come in tutte le cose, anche nell’auto-induzione dei sogni occorre allenamento.

Lasciati guidare dalla tua ricchezza interiore.

 

Felici notti creative.