Il nuovo anno è cominciato con il rituale scambio di auguri affinché sia migliore del precedente. A ben vedere, infatti, anche all’anno migliore non chiediamo mai il bis, ma avanziamo sempre la fiduciosa richiesta di qualcosa di nuovo e più grande. E questa tensione verso la trasformazione positiva è il sale della vita, dell’innovazione, della crescita personale.
La mia riflessione è proprio orientata a sottolineare l’importanza della perenne tensione al futuro, del continuo e necessario rilancio in avanti: vogliamo di più e non ci basta mai, ed è perfetto così. Niente ci rende più umani della ricerca costante di senso, della tensione verso il futuro, che possiamo opportunamente chiamare “speranza”.
Ma cos’è la speranza?
Peter Brook afferma che “ciò che conta non è l’ottimismo, è la speranza, che non è la stessa cosa. La speranza non può esistere senza coraggio”.

Non si ha speranza senza coraggio, dunque. Vediamo perché.
Il detto popolare recita che “la speranza è l’ultima a morire” giacché il mito del Vaso di Pandora narra che essa è l’ultima risorsa per gli uomini.

Pandora, infatti, custodiva un vaso regalatole da Zeus, dal quale aveva,tuttavia, ricevuto l’ordine di non aprirlo mai. Mossa dalla curiosità, un giorno Pandora disobbedì: aprì il vaso e da esso uscirono tutti i mali che si avventarono furiosi sul mondo abbattendosi sull’umanità: la vecchiaia e la malattia, l’acredine e la gelosia, il dolore e la follia. All’interno del vaso rimase solo “elpis”che non fece in tempo ad allontanarsi perché la giara fu prontamente richiusa. Elpis è tensione verso il futuro, attraversata da due accezioni di opposta polarità: paura/illusione da un lato, e speranza sul versante opposto. In seguito all’apertura del vaso il mondo divenne un luogo così desolato, cupo ed inospitale, che Pandora decise di aprire nuovamente il vaso e permise anche a elpis di diffondersi tra gli uomini. Elpis è ‘ultimo baluardo, il riparo consolatore per l’umanità.
Sperare è molto più che essere ottimisti, come ammonisce Peter Brook: è vivere con fiducia e realismo la vita e lavorare per renderla migliore, rinnovando lo slancio verso il futuro.

Con il coraggio Elpis diventa tensione feconda che sconfigge paure, delusioni e illusioni.
Il mio desiderio per i prossimi 365 giorni è che ciascuno possa esercitare quotidianamente la speranza!
“Se io avessi una botteguccia
fatta di una sola stanza
vorrei mettermi a vendere
sai cosa? La speranza.”
Gianni Rodari